Diritto BancarioE’ rilevabile d’ufficio la nullità della clausola contrattuale perché usuraria, indeterminata o anatocistica se vi sia stata contestazione del correntista, anche per altro motivo, ovvero se la banca ha inteso utilizzare il documento contenente detta clausola

15 Novembre 20140

La giurisprudenza di legittimità ha più volte affermato che nel giudizio di opposizione a decreto ingiuntivo ottenuto da una banca nei confronti di un correntista, è rilevabile d’ufficio, ai sensi dell’art. 1421 c.c., la nullità della clausola del contratto di conto corrente bancario che rinvia a condizioni usualmente praticate sulla piazza o che preveda un tasso d’interesse usurario ovvero anatocistico, qualora vi sia contestazione da parte del correntista, anche per ragioni diverse, del titolo posto a fondamento della richiesta da parte della banca (così Cass. civ. sent. n. 24483/2013; Cass. civ. sent. n. 3649/2012; Cass. civ. sent. n. 23974/2010; Cass. civ. sent. n. 21141/2007).

avv. Edgardo Riccardi

Lascia un Commento

La tua email non verrà pubblicata I campi obbligatori sono contrassegnati con *

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

https://www.riccardilex.com/wp-content/uploads/2020/06/logo-riccardi-black_8b33560387d776e8612503216e308f83.png

Follow us:

+39 02 94758450
info@riccardilex.com

• STUDIO LEGALE RICCARDI •
Codice fiscale e Partita IVA: 05532071213 • Polizza RC Professionale AIG Europe S.A. n. ICNF000001.069593
• www.riccardilex.com • info@riccardilex.com • studio@pec.riccardilex.com