HomeAPPROFONDIMENTI

Sull’utilizzo delle riserve appostate al Passivo dello Stato Patrimoniale   In tema di società di capitali, la riserva costituita, ai sensi dell’art. 2426, comma 1, n. 4, c.c., dalle plusvalenze, derivanti dalla valutazione delle partecipazioni in imprese controllate secondo il criterio del patrimonio netto, ha natura di riserva non distribuibile,
L’azione di accertamento dell’effettivo saldo dare-avere nei rapporti di conto corrente non è soggetta a prescrizione Interessante Sentenza della Corte di Appello di Salerno la quale, in adesione alle tesi difensive dello Studio Legale Riccardi, ha confermato il principio, oramai consolidato nella giurisprudenza di legittimità, secondo cui le azioni di
Mutuo fondiario e superamento del limite di finanziabilità
Il mutuo fondiario non è un contratto diverso dal mutuo ordinario ma una sua species   Il mutuo fondiario non è un contratto diverso dal mutuo ordinario, ma ne rappresenta una “species”, con la conseguenza che il superamento del limite di finanziabilità previsto dall’art. 38, comma 2, del d.lgs. n.
I sindaci sono responsabili anche per fatti accaduti antecedentemente la loro carica   I sindaci, che non hanno vigilato adeguatamente sulla condotta gestoria illecita, rimanendo inerti, non possono esonerarsi da responsabilità sostenendo di essere stati tenuti all’oscuro dagli amministratori o di avere assunto la carica dopo l’effettiva realizzazione dei fatti
Azione revocatoria fallimentare e natura dell’obbligazione restitutoria del terzo   In tema di azione revocatoria fallimentare, l’obbligazione restitutoria dell’accipiens soccombente ha natura di debito di valuta e non di valore, in quanto l’atto posto in essere dal fallito è originariamente lecito e la sua inefficacia sopravviene solo in esito alla sentenza
Inadempimento concordato e fallimento successivo – Non necessaria la preventiva risoluzione   Le Sezioni Unite, pronunciando su questione di massima e di particolare importanza, hanno affermato che nella disciplina della legge fallimentare risultante dalle modificazioni apportate dal D.Lgs. n.5 del 2006 e dal D.Lgs. n.169 del 2007, il debitore ammesso
Il termine per la domanda di esdebitazione è previsto a pena di decadenza   Il termine annuale per la presentazione della domanda di esdebitazione, ex art. 143 l.fall., deve intendersi previsto a pena di decadenza, per ragioni sia di certezza dei rapporti giuridici che di effettività del procedimento, caratterizzato da specifiche
Fallimento delle Onlus   È assoggettabile a fallimento, ai sensi del combinato disposto degli artt. 2545 -terdecies e 2082 c.c. e art. 1 L. Fall., una società cooperativa sociale che svolga attività commerciale secondo criteri di economicità (cd. lucro oggettivo), senza che rilevi l’eventuale assunzione della qualifica di Onlus ai sensi del D.Lgs. n. 460 del 1997,
La contestazione alla Relazione Tecnica d’Ufficio costituisce un’eccezione   Le contestazioni a una relazione di consulenza tecnica d’ufficio costituiscono eccezioni rispetto al suo contenuto, sicché sono soggette al termine di preclusione di cui al comma 2 dell’articolo 157 del codice di procedura civile, dovendo, pertanto, dedursi – a pena di
Contratto di mutuo e sua validità-Le somme mutuate possono essere utilizzate per ripianare il saldo negativo di un conto corrente   Il mutuo è contratto di natura reale che si perfeziona con la consegna di una determinata quantità di danaro (o di altre cose fungibili), ovvero con il conseguimento della
https://www.riccardilex.com/wp-content/uploads/2020/06/logo-riccardi-black_8b33560387d776e8612503216e308f83.png

Follow us:

+39 02 94758450
info@riccardilex.com

• STUDIO LEGALE RICCARDI •
Codice fiscale e Partita IVA: 05532071213 • Polizza RC Professionale AIG Europe S.A. n. ICNF000001.093445
• www.riccardilex.com • info@riccardilex.com • studio@pec.riccardilex.com