Diritto CommercialeAccertamento della causa di scioglimento e nomina dei liquidatori

12 Novembre 20140

Il Tribunale di Bologna con recentissima pronunzia del 29 maggio 2014 ha chiarito che, nell’ipotesi in cui si verifichi una causa di scioglimento della società a responsabilità limitata, ciascun socio può adire il Tribunale purchè nomini un liquidatore ai sensi dell’art. 2485 comma 2° c.c., anche se vi sia controversia tra i soci in ordine alla sussistenza della causa di scioglimento. In tale ipotesi, infatti, il Tribunale accerta solo incidenter tantum e sommariamente l’intervenuta causa di scioglimento della società al solo fine di provvedere alla nomina del liquidatore, fatta salva la possibilità di ciascun interessato di adire successivamente il tribunale in via ordinaria per sentir accertare l’inesistenza della causa di scioglimento e revocare il decreto emesso dal tribunale (nella specie il ricorso era stato proposto da un socio di minoranza per l’accertamento dell’impossibilità di funzionamento o per la continuata inattività dell’assemblea ai sensi degli artt. 2485 comma 2°  e 2484 n. 3 c.c.).

Alla declaratoria di scioglimento per impossibilità di funzionamento o per la continuata inattività dell’assemblea è consequenziale la nomina dei liquidatori senza necessità di attendere l’infruttuosa convocazione dell’assemblea per la loro nomina.

avv. Angelo di Gaeta

Lascia un Commento

La tua email non verrà pubblicata I campi obbligatori sono contrassegnati con *

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

https://www.riccardilex.com/wp-content/uploads/2020/06/logo-riccardi-black_8b33560387d776e8612503216e308f83.png

Follow us:

+39 02 94758450
info@riccardilex.com

• STUDIO LEGALE RICCARDI •
Codice fiscale e Partita IVA: 05532071213 • Polizza RC Professionale AIG Europe S.A. n. ICNF000001.069593
• www.riccardilex.com • info@riccardilex.com • studio@pec.riccardilex.com