ApprofondimentiDiritto CommercialeLa nullità del contratto di cessione di azienda per indeterminatezza dell’oggetto

21 Marzo 20190

Il Tribunale di Milano, con una decisione del 20 marzo 2018 ha avuto modo di esaminare ed affrontare la problematica della nullità di un contratto di cessione d’azienda difettevole di qualsiasi indicazione relativa all’avviamento.

Sull’argomento ha avuto modo di precisare che non è nullo, per indeterminatezza dell’oggetto, il contratto di cessione di azienda che non menzioni i criteri che le parti hanno utilizzato per determinare il valore dell’avviamento, il quale non costituisce un bene ricompreso nell’azienda nella definizione dell’art 2555 c.c., ma una qualità immateriale della stessa la cui valutazione è rimessa alla volontà delle parti e, in mancanza di alcuna garanzia da parte cedente in relazione al relativo valore, non costituisce l’oggetto di alcuna prestazione da parte del venditore. Viceversa è nullo, per impossibilità giuridica dell’oggetto, il contratto di cessione di azienda in presenza di un divieto di esercizio dell’attività oggetto di cessione posto nel regolamento condominiale dell’immobile in cui sono collocati i locali di esercizio dell’azienda ceduta.

Lascia un Commento

La tua email non verrà pubblicata I campi obbligatori sono contrassegnati con *

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

https://www.riccardilex.com/wp-content/uploads/2020/06/logo-riccardi-black_8b33560387d776e8612503216e308f83.png

Follow us:

+39 02 94758450
info@riccardilex.com

• STUDIO LEGALE RICCARDI •
Codice fiscale e Partita IVA: 05532071213 • Polizza RC Professionale AIG Europe S.A. n. ICNF000001.069593
• www.riccardilex.com • info@riccardilex.com • studio@pec.riccardilex.com