ApprofondimentiCrisi D'ImpresaIl credito del professionista che abbia svolto funzioni di advisor legale

25 Novembre 20190

La Cassazione Civile, Sez. I, ord. 28 Ottobre 2019, n. 27538., Pres. Didone, Est. Pazzi, torna sull’annoso e delicato problema della sorte dei crediti spettanti all’advisor  legale che abbia predisposto la domanda di concordato preventivo laddove, successivamente alla procedura concordataria, la società venga dichiarata fallita.

Sull’argomento i giudici di legittimità con la citata pronuncia affermano che non vi è dubbio che il credito del professionista che abbia funto da advisor legale nella predisposizione della domanda di concordato rientri tra i crediti sorti “in funzione” di quest’ultima procedura e, come tale, a norma dell’art. 111 co. 2° L.F., detti crediti vadano soddisfatti in prededuzione nel successivo fallimento, senza che, ai fini di tale collocazione, debba essere accertato, con valutazione ex post, che la prestazione resa sia stata concretamente utile per la massa dei creditori in ragione dei risultati raggiunti.

Lascia un Commento

La tua email non verrà pubblicata I campi obbligatori sono contrassegnati con *

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

https://www.riccardilex.com/wp-content/uploads/2020/06/logo-riccardi-black_8b33560387d776e8612503216e308f83.png

Follow us:

+39 02 94758450
info@riccardilex.com

• STUDIO LEGALE RICCARDI •
Codice fiscale e Partita IVA: 05532071213 • Polizza RC Professionale AIG Europe S.A. n. ICNF000001.069593
• www.riccardilex.com • info@riccardilex.com • studio@pec.riccardilex.com